Di Poce – Biografia


Donato Di Poce è nato a Sora (FR) nel 1958, residente dal 1982 a Milano. Poeta, critico d’arte, scrittore di poesismi, fotografo. Ha al suo attivo 23 libri pubblicati (tradotti anche in inglese, arabo, rumeno e spagnolo), 20 ebook pubblicati su Amazon e 40 libri d’arte con Pulcinoelefante. Tra le  numerose pubblicazioni di poesie ricordiamo: Vincolo  testuale (Lietocollelibri, 1998); L’origine du monde (id., 2004); La zattera delle parole (Campanotto, 2005; ristampato e tradotto con testo inglese a fronte, con traduzioni di Daniela Caldaroni e Donaldo Speranza, id., 2006); Labirinto d’amore (Lietocollelibri, 2013); Vita (Il Sottobosco, 2017); Ut pictura poesis (Dot.com Press, 2017); Lampi di verità (I Quaderni del Bardo Edizioni, 2017); La poesia dilata i confini. Omaggio a Tomaso Kemeny (id., 2018). Ha pubblicato diversi libri di aforismi tra cui: Opposti pensieri (I Frutti dell’Albero Edizioni, 1999); Negativo/Positivo. Il mestiere delle Arti (Vimodrone, 1999); Aforismi satanici (Lietocollelibri, 2000); Taccuino Zen (I Frutti dell’Albero Edizioni, 2003); Nuvole d’inchiostro (Lietocollelibri, 2009); Poesismi (Onirica Edizioni, 2012); Scintille di CreAttività (CFR  Edizioni, 2012); Lampi di leggerezza (Acquaviva Edizioni; Acquaviva delle Fonti, 2017); Suture (Corbu Edizioni, 2018); Poesismi cosmoteandrici (I Quaderni del Bardo, 2018). Da molti anni si occupa di critica d’arte e cura mostre personali e collettive. Ha pubblicato i seguenti  libri di critica d’arte: Il taccuino di Stendhal (Campanotto Editore, 2008); L’avanguardia dopo l’avanguardia (CFR Edizioni, 2012); Guardare non è vedere (id.); De sculptura (id., 2013); La Stanza di Arles (id., 2014); Rompete le righe (Campanotto Editore, 2016).


Collaborazioni di Donato Di Poce:


/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.