MIRKO SERVETTI, Venticinque haiku


Rido in autunno
sugli insetti drogati.
Amami in basso

 

*

All’ora terza
il mio loto emana alcol:
festa dorata

 

*

Corpi lontani
questa fortezza di noi
sugli alfabeti

 

*

Nell’altra vita
regalerò ghiaccioli
alle tue ciglia

 

*

Aree di sosta,
vomitando scirocco
a prima notte

 

*

Si è respiro
con pura cognizione
di tempo e luce

 

*

Così giunse un dio
rivestito di carta
e acque fragili

 

*

Così, da tempo,
lascio sedimentare
il tuo silenzio

 

*

Sei triste, Praga.
Longarone, sei triste.
Hybris e parole

 

*

Godot, la morte?
Ridi pure tranquilla,
ritarda sempre

 

*

Genova è luce
scodellata dai monti.
Lo penso a notte

 

*

C’è psicotropia
nell’area della bocca.
La lingua arretra

 

*

Ma quest’inverno
accenderemo lumi,
oro e musica

 

*

Fabbrica vuota,
la tua fame in affitto.
Non moriremo

 

*

Bruni algoritmi
nell’ondosa serata.
Si cena tra un po’

 

*

Scorrete lenti
umori del tempo.
E siate in ascolto

 

*

Braccianti e santi,
la stessa condizione
senza riscatto

 

*

Noi, un tempo figli,
abbiamo quasi colto
scorie di voci

 

*

Sarai bohème
negli antichi sospiri
sotto quel ponte

 

*

Eros malato,
come striscia sul mare…
Versi esauriti

 

*

Mi raccoglierò
su questo o quel dirupo.
A mente spenta

 

*

Anni trascorsi
nella chiara ignoranza.
È nato un bimbo

 

*

Grigi rimpianti
per i mesi a venire.
La strada è nuova

 

*

Muoio in Armenia,
mia nomade radice
nell’est vivente

 

*

Il vino vecchio
sarà la vertigine
di fine inverno


Biografia di Mirko Servetti


 

Prosa - Aforismi - Haiku

Informazioni su frequenzepoetiche

Giorgio Moio è nato a Quarto (NA) il 25 maggio 1959. Poeta, è stato redattore delle riviste «Altri Termini» e «Oltranza» (di quest’ultima è anche tra i fondatori). Direttore editoriale di una piccola casa editrice, nel 1998 ha fondato e dirige la rivista «Risvolti», quaderni di linguaggi in movimento. Ha collaborato con numerose riviste, attualmente collabora assiduamente col magazine on line "Cinque Colonne" e con la rivista webzine "Malacoda". Ha pubblicato una quindicina di volumi.

Precedente FRANCESCA MARICA, Nota su “Quinta vez” di Maria Pia Quintavalla Successivo LUCIO ZINNA, Piccola antologia poetica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.