CRESTOMAZIA 4


Testi verbovisuali di: Carlo Bugli, Ray Craig, Cinzia Farina, Jon Foster, Rubina Giorgi, Donna Kuhn, Oronzo Liuzzi, Giorgio Moio, Giuseppina Palo, Giancarlo Pavanello

*

CARLO BUGLI

Tavola anatomica 2

 

 

 

RAY CRAIG

 

 

CINZIA FARINA

 

 

JON FOSTER

 

 

RUBINA GIORGI*

Deve la poesia commuovere?
Qualche volta o sempre? O mai?
Forse qualche volta poiché
Il cammino non è tutto nella luce
ma verso. E direi
che, di più, la poesia debba in sua specie
distogliere dai cammini consueti
e abusati: disorientare.
E, ancora, trovando d’anima
qualche fine plasmabile cera,
formando incamminarla
dove s’apre
possibile regno dell’Altro.
(da Echeggiamenti, Ripostes 2007)

* in memorandum

 

 

DONNA KUHN

 

 

ORONZO LIUZZI

 

GIORGIO MOIO

Poesia sul mare

 

 

 

GIUSEPPINA PALO

Solvitur ambulando

 

Il cielo coperto è a un’ora da Teano.

Le autostrade sotto i piedi del passato-presente.

Un’acquazzone improvviso bagna i fiori del deserto.

Staccato il filo del telefono e adesso danzi sulle punte.

La ragione ruota sul grigio e gli schermi.

Il belvedere dei casali arrugginiti,

i campi sterminati come le cosce di un uomo.

Il Soratte candido dissigilla la resa della tempesta.

Fari al neon puntati sul castello delle aquile.

 

 

GIANCARLO PAVANELLO

la vacanza al mare

 

All’alba, quando il sorriso è freddo,
il pensiero rimasto in cascami onirici
insabbia o esalta l’essenziale?

Inclini per una risposta neutrale
o ti consola la bellezza di un torrente
che arriva secco quasi sfiorando
l’arenile dove passeggiano gli umani?
Ci troviamo in una stanza vuota
ogni giorno, un anno dopo l’altro.

E se riaffiora il passato nell’ingorgo futuro
scegliamo la droga del divertimento
evitando di ricordare il noioso Blaise Pascal
o ripensiamo alla serpe nera fuggita
nella sterpaglia con una preda tra i denti?

E, se il silenzio larvato è una ragnatela
di parole inespresse dopo lo spettacolo,
va sanzionato con violenza rabbiosa
l’eroe ammutolito o l’eroe che strepita,
l’eroe eclissato o il protagonista in coro?

[2 luglio 2019]


 

Crestomazia

Informazioni su frequenzepoetiche

Giorgio Moio è nato a Quarto (NA) il 25 maggio 1959. Poeta, è stato redattore delle riviste «Altri Termini» e «Oltranza» (di quest’ultima è anche tra i fondatori). Direttore editoriale di una piccola casa editrice, nel 1998 ha fondato e dirige la rivista «Risvolti», quaderni di linguaggi in movimento. Ha collaborato con numerose riviste, attualmente collabora assiduamente col magazine on line "Cinque Colonne" e con la rivista webzine "Malacoda". Ha pubblicato una quindicina di volumi.

Precedente CARMEN MOSCARIELLO, La promenade d’Euclide Successivo VITO GIULIANA, Non ho mai cercato facili consensi

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.